ArticoloArticolo

Diritto allo studio e riforma della scuola

A completamento di un precedente studio sul diritto all'istruzione nell'ordinamento giuridico internazionale, l'A. esamina le modalità con cui le politiche scolastiche tendono a dare forma all'esercizio di tale diritto. Anzitutto si tratta di favorire l'uguaglianza delle opportunità relativamente all'ingresso nel sistema formativo e, in caso di abbandono prematuro, al rientro in esso, e, in questa prospettiva, di assegnare allo Stato vincoli precisi per quanto riguarda il decondizionamento precoce, la formazione di base, l'educazione permanente, l'integrazione degli handicappati, la formazione professionale, la valutazione, la parità dei sessi. Il secondo obiettivo è la creazione di condizioni che garantiscano il diritto dei genitori di veder assicurata ai figli una educazione conforme al proprio sistema di valori : modalità di attuazione sono la gestione sociale della scuola statale, per la cui funzionalità è decisiva la professionalità degli insegnanti, e la conduzione autonoma di scuole non statali; in ogni caso, sono da risolvere i problemi legati al multiculturalismo, alla libera circolazione dei lavoratori, ai rischi del localismo educativo. Infine, appare la necessità di strutture di sostegno, individuabili nei nuovi ruoli di catalizzatore, di facilitatore, di esperto e di documentalista
Fascicolo: marzo 1990
Ultimo numero
Leggi anche...

Rivista

Visualizza

Annate

Sito

Visualizza