L’idea di nazione in Giovanni Paolo II

Fascicolo: novembre 2022

Il concetto di nazione torna puntualmente a suscitare interesse, quando sulla scena internazionale si riaccendono conflitti causati dalle differenze etniche e dalla contesa di territori abitati da popolazioni che si riconoscono appartenenti a nazioni diverse, come nel recente caso della guerra tra Russia e Ucraina. Al netto delle contingenze politiche che possono originare i conflitti, queste circostanze non mancano di sollevare interrogativi sul fondamento stesso dell’idea di nazione, sui parametri che la identificano, sui criteri che devono governare i rapporti tra gli Stati.

Le considerazioni che seguono intendono rispondere agli interrogativi appena formulati richiamando il pensiero di un autore forse inaspettato per queste tematiche: Giovanni Paolo II, il quale ha dedicato ampio spazio al tema, sia nel periodo precedente l’elezione al soglio pontificio, sia durante il suo pontificato. Il nostro interesse per questo aspetto del suo pensiero è duplice. Da una parte, la riflessione di Giovanni Paolo II sulla nazione ci aiuta a ragionare in termini di soggetti collettivi, in controtendenza rispetto all’individualismo che contraddistingue tanta cultura politica odierna. D’altro canto, il pensiero del Papa polacco permette anche di collocarsi nella prospettiva storica dei popoli dell’Est europeo, cosa che comporta anche accenti diversi dai nostri nel trattare questo tema. [continua]

Ultimo numero
Leggi anche...

Rivista

Visualizza

Annate

Sito

Visualizza