ArticoloArticolo

La scuola cattolica in Italia - Tra parità e uguaglianza e tra tradizione e cambiamento

La riflessione sulla scuola cattolica è stata sinora imperniata sul concetto di parità, sancito dalla Costituzione, limitandosi a lamentarne la non effettiva attuazione a causa dell'inciso « senza oneri per lo Stato », parimenti costituzionale, che impedisce l'uguaglianza di trattamento tra gli alunni delle scuole statali e quelli delle scuole non statali. Si tratta invece di affrontare il problema nel quadro dell'autonomia delle istituzioni scolastiche e mirando ad ottenere l'uguaglianza dei diritti, costituzionalmente tutelati, dei soggetti della comunità educante: studenti, famiglie, insegnanti, istitutori-gestori. Il diritto della scuola cattolica al riconoscimento dell'uguaglianza è sorretto dalla sua tradizione storica di servizio alla società e dal fatto che essa contribuisce ad assicurare l'esercizio del diritto di scelta dei cittadini di fronte ad una pluralità di proposte educative. Essa dovrà peraltro garantire, rinnovandosi, un'offerta formativa adeguata ai bisogni espressi dalla nostra società
Fascicolo: aprile 1993
Ultimo numero
Leggi anche...

Rivista

Visualizza

Annate

Sito

Visualizza