ArticoloArticolo

Gli insegnamenti di religione nei sistemi scolastici europei

L'istruzione religiosa scolastica (IRS) va assumendo in Europa dimensioni transnazionali sia a livello delle politiche dell'istruzione, sia nelle preoccupazioni pastorali delle Chiese. A dare rilievo al problema dell'IRS contribuisce, in particolare, l'attuazione di riforme scolastiche e di revisioni di concordati Stato-Chiesa che porta, in Europa, a una « ricollocazione » didattica e giuridica dell'IRS. Diverso, nei vari Paesi, è il suo fondamento giuridico, costituzionale, infracostituzionale, legislativo, limitato a disposizioni governative, e diverso, di conseguenza, è il suo grado di curricolarità per cui l'IRS può assumere quattro differenti profili : materia ordinaria e obbligatoria, od ordinaria opzionale con obbligo di opzione, o soggettivamente facoltativa, o infine attività parascolastica ed extracurricolare. Nei vari Paesi, o gruppi di Paesi affini, a seconda dei fattori di diversificazione emergono problemi specifici e specifiche tendenze nell'ambito politico e in quello ecclesiale, sotto l'aspetto socio-religioso, sul versante della fondazione epistemologica, sotto il profilo giuridico istituzionale e sotto quello pedagogico-educativo
Fascicolo: aprile 1992
Ultimo numero
Leggi anche...

Rivista

Visualizza

Annate

Sito

Visualizza