“Rompere il silenzio con parole nostre”: incontro con don Ciotti e mons. Lorefice

08/01/2019
“Rompere il silenzio con parole nostre” è il titolo dell’incontro organizzato a Palermo per venerdì 18 gennaio dall’Istituto Arrupe, che ha sede proprio nel capoluogo siciliano, e da Aggiornamenti Sociali. L'evento si svolgerà dalle ore 17.30 presso la sede dell’Istituto, in via Franz Lehar 6. All’incontro intervengono mons. Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, e don Luigi Ciotti, presidente nazionale di “Libera contro le mafie”. Il moderatore sarà Giuseppe Notarstefano, della redazione palermitana di Aggiornamenti Sociali.

Nel corso dell’iniziativa, la redazione di Palermo presenterà la rivista attraverso due articoli recenti: quello di Vincenzo Ceruso sulla figura di padre Pino Puglisi (ucciso dalla mafia il 15 settembre del 1993) e quello di Rocco Gumina che prende spunto dalla lettera dei vescovi siciliani contro la mafia, pubblicata in preparazione alla visita di papa Francesco a Palermo dello scorso 15 settembre.

Per supportare la riflessione, che sarà condivisa attraverso un dibattito aperto a tutti, i due autori hanno preparato le seguenti domande di approfondimento. 

Domande suggerite da Rocco Gumina:
- L’intera società siciliana è invitata ad un impegno educativo, politico, economico, sociale e in genere civile per contrastare il fenomeno mafioso. Quali sono le peculiari caratteristiche di un ragionamento cristiano di resistenza alla mafia? 
- Che cosa è mutato nel contesto siciliano, a 25 anni dal discorso di Giovanni Paolo II alla Valle dei Templi? Quali passi in avanti sono stati compiuti dalla comunità ecclesiale? 

Domande suggerite da Vincenzo Ceruso: 
- Come far vivere il messaggio di padre Puglisi nelle periferie delle nostre città? 
- Come proclamare la buona notizia del Vangelo in territori cosiddetti ad alta densità mafiosa, incarnando quella chiesa in uscita che chiede papa Francesco e che don Pino Puglisi ha vissuto?
8 gennaio 2019
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: