P. Stan Swamy: Un uccello liberato canta dal cielo!

"Siamo profondamente addolorati nell'informarvi che P. Stan Swamy SJ, all'età di 84 anni, è entrato nella sua dimora eterna il 5 luglio 2021 alle 13.30 (ora indiana) all'ospedale della Sacra Famiglia a Mumbai, India.

 

Stan era veramente un profeta che ha vissuto pienamente la sua vita per gli altri, in particolare per gli adivasis, i dalit e altre comunità emarginate. Mentre era in prigione ha detto: "Un uccello in gabbia può ancora cantare" e ha seminato la 'speranza' nel cuore di tutti. Oggi è un uccello liberato che canta dal cielo chiamando ognuno di noi a mantenere viva quella speranza per una vera liberazione dall'ingiustizia, dall'oppressione e dalla negazione dei diritti.

 

Stan è diventato un custode della coscienza e ha risvegliato la speranza in tutti. Ricordiamo e ringraziamo tutti coloro che hanno pregato, fatto campagna e sostenuto per lui e per tutti gli altri in casi simili che sono negati della loro dignità umana e dei loro diritti.

 

Ringraziamo sinceramente Dio per la vita di P. Stan Swamy, che si è spezzato e ha sofferto perché altri potessero avere la vita, la vita in abbondanza. Siamo sicuri che lui "non sarà uno spettatore silenzioso nemmeno dal cielo". Continuerà a stare con ognuno di noi per aiutarci a 'dire la verità al potere' e a dedicare la nostra vita per i poveri e gli emarginati.

 

Possa Dio accompagnare e aiutare a vivere pienamente la nostra vita e, seguendo l'esempio di Stan, a stare con gli emarginati e i poveri nella nostra ricerca di giustizia, uguaglianza e libertà!

 

Uniamoci per ringraziare Dio per la vita di Stan!"

 

Xavier Jeyaraj, SJ Segretario, SJES-Roma

 

 

©www.sjesjesuits.global

 

Ultimo numero

Rivista

Visualizza

Annate

Sito

Visualizza