70° - 1950: il primo numero di Aggiornamenti Sociali

Fascicolo: 

«Aggiornamenti Sociali si rivolge in modo speciale a quanti, sacerdoti e laici, sono impegnati nel campo sociale, allo scopo di aggiornarli mensilmente, mettendo a loro disposizione quanto di meglio e di più interessante per la loro cultura e attività è apparso sulla stampa, integrando questa documentazione con opportuni inquadramenti, valutazioni, precisazioni e rilievi».

Con queste parole si apriva il primo numero della nostra Rivista, apparso nel gennaio del 1950, in cui tra i vari articoli pubblicati si parlava del quadro sociopolitico dell’Italia del tempo, della riforma scolastica, dell’eutanasia, della politica familiare nell’Unione Sovietica. Riproponiamo qui sotto la copertina del primo numero in cui il card. Schuster, che era arcivescovo di Milano, si congratula per la nuova rivista e ne incoraggia la lettura e diffusione.


Bene! Questa Rivista di
Aggiornamenti Sociali vada soprattutto in mano del Clero,
il quale troppo spesso vede
il mondo solo dalla finestra
della propria canonica.

Per fare del bene alla Società, bisogna anzitutto conoscerla,
e per conoscerla è necessario
di studiarla profondamente.

Il Clero in cura d’anime, studiando la nuova Rivista di aggiornamento risparmia tempo e denaro, in quanto il novello Periodico riassume le indagini di molti libri e riviste.
Il che non è poco, e dobbiamo esserne grati.



+ Ildefonso card. Schuster
Milano, 11 febbraio 1950

No
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: