A Milano, dal 21 febbraio, una via per Carlo Maria Martini

21 febbraio 2016
ore 12.30
Milano


La cerimonia sarà preceduta, alle 11, dalla celebrazione eucaristica in Duomo presieduta dal cardinale Angelo Scola

È la via che corre di fianco alla Cattedrale dove ha celebrato e meditato sulla Parola nei suoi 22 anni di episcopato e dove oggi è sepolto: dal 21 febbraio prenderà il suo nome, Carlo Maria Martini. Si tratta dell'attuale Via dell'Arcivescovado, che unisce Piazza del Duomo a Piazza Fontana, sede della Curia arcivescovile, e che da quel giorno cambierà dunque denominazione.

La decisione è stata presa dal Comune di Milano lo scorso settembre e verrà resa operativa domenica prossima, a meno di una settimana dal 15 febbraio, 89° anniversario della nascita.

Alle ore 11 nella celebrazione eucaristica che si terrà in Duomo (e non in San Fedele come annunciato in precedenza) sarà ricordato il cardinale Martini: a presiederla sarà lo stesso Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola. La celebrazione sarà trasmessa in diretta da Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre) e www.chiesadimilano.it. Radio Marconi manderà in onda una sintesi dell'omelia lunedì 22 febbraio alle 18.40.

Al termine della messa i partecipanti si recheranno in via Arcivescovado, dove alle ore 12.30 è prevista la cerimonia di intitolazione della via a Carlo Maria Martini con gli interventi dell’Arcivescovo cardinale Angelo Scola e del Sindaco Giuliano Pisapia. Si procederà quindi al disvelamento della targa.

Nel dare comunicazione in settembre della decisione presa dal Comune, il sindaco Pisapia così commentava: «Martini ha amato Milano ed è stato ricambiato perché ha saputo diffondere i valori del dialogo, tra le religioni e tra credenti e non credenti, dell’amicizia tra popoli, della solidarietà. Intitolare al Cardinal Martini una via accanto al Duomo è un doveroso riconoscimento per chi ha certamente segnato la storia di Milano».

Info: www.fondazionecarlomariamartini.it



01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

Aggiornamenti sociali è su: