Zika, nuovo virus globale

03/02/2016
“Emergenza internazionale di salute pubblica”: così l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha deciso di classificare il virus Zika al termine di una riunione della Commissione competente svoltasi ieri, 1° febbraio. È la stessa definizione a suo tempo applicata ad altri noti e temuti virus, da Ebola alla cosiddetta "influenza suina". La stessa Commissione ha però precisato che Zika resta una minaccia molto meno preoccupante delle altre degli ultimi anni, e che la dichiarazione è dovuta solo al legame, peraltro per ora solo presunto, con la microcefalia.

«Gli esperti - ha spiegato il direttore generale dell'Oms, la cinese Margaret Chan - sono d’accordo nell’affermare che la relazione causale tra l’infezione da virus Zika in gravidanza e la microcefalia è “fortemente sospetta”, anche se non è ancora scientificamente provata». Sebbene il comitato abbia anche aggiunto di non ritenere che al momento ci siano le condizioni per chiedere restrizioni nei viaggi o nei commerci, crescono timori e misure di prevenzione. Ad esempio in Brasile, dove nel 2015 c'è stato un boom sospetto di neonati con problemi di microcefalia, il governo - per bocca dello stesso presidente Dilma Roussef, ha sconsigliato alle turiste incinte di viaggiare nel Paese.

Si ripropongono così dinamiche già all'opera nel caso di precedenti virus - il più recente e ancora non del tutto sconfitto è Ebola -, in cui si sovrappongono e si influenzano reciprocamente ambiti tra loro diversi: scienza e medicina, geopolitica ed economia, cultura e media, politiche locali e globali. Su questi aspetti rimandiamo a un editoriale che Aggiornamenti Sociali ha pubblicato nel novembre 2014, firmato dal direttore Giacomo Costa SJ, editoriale che conserva la sua attualità.


03/02/2016
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: