Sudafrica alle urne senza Mandela

07/05/2014
Oggi, 7 maggio, in Sudafrica si aprono le urne per il rinnovo dell’Assemblea nazionale, l'equivalente del nostro Parlamento. Si tratta delle prime elezioni del periodo post-apartheid senza la presenza rassicurante di Nelson Mandela, il padre della patria scomparso il 5 dicembre dello scorso anno. I sondaggi danno ancora il suo partito l’African National Congress vincente con più del 60% dei voti. La maggioranza che otterrà l’Anc garantirà anche all’attuale presidente Jacob Zuma un nuovo mandato.

Gli stessi sondaggi danno però in forte crescita il partito di opposizione Allenza Democratica, capeggiata da Helen Zille, ex giornalista e attivista anti apartheid, attuale sindaco di Città del Capo. Alleanza Democratica non riuscirà però a catalizzare tutto lo scontento dei sudafricani. Molti di essi, per manifestare il proprio dissenso verso la politica di Zuma e dell’Anc, non andrà a votare. Si prevede infatti che l’astensionismo, già molto elevato nel 2009 quando andò alle urne non più del 56% degli iscritti al voto, possa aumentare ancora.

In vent’anni di potere, l’Anc non è riuscito a risolvere le forti contraddizioni del Sudafrica. Un Paese ricco di materie prime e con un industria sviluppata, ma nel quale il 40% dei cittadini è senza lavoro e dove una minoranza ricca (composta dai bianchi e dalle nuove classi nere agiate) si contrappone una maggioranza (soprattutto nera) poverissima e senza possibilità di accedere ai servizi sociali di base. La scommessa per l’Anc è quindi quella di appianare i contrasti sociali aprendo l’economia a chi oggi ne è escluso. Ci riuscirà? Difficile dirlo. Ma un ulteriore fallimento potrebbe portare l’Anc a un lento, quanto inesorabile, declino. E il Sudafrica a un ulteriore impoverimento.

Per approfondire le tematiche relative al Sudafrica:

Angelo Inzoli, Nelson Mandela, dalla lotta al dialogo

Angelo Inzoli, Mondiali 2010: il Sudafrica in gioco


7 maggio 2014




10/04/2014
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: