• regaliamoci speranza
Scheda di: 

Regaliamoci speranza

don Virginio Colmegna
Il Saggiatore, Milano 2014, pp. 130, € 13
Fascicolo: 
Estate 2013. La crisi incalza e non risparmia nessuno. Anche la Fondazione Casa della Carità di Milano, guidata dal 2002 da don Virginio Colmegna dietro proposta del card. Martini, è in profonda sofferenza. Il deficit economico aumenta, insieme alle richieste di persone senza dimora, straniere e italiane, che occupano i 130 posti letto messi a disposizione perlopiù gratuitamente.

Tutti – ospiti, personale e volontari – si chiedono se Casa della Carità riuscirà a sopravvivere. Sono giorni in cui don Virginio si chiude in un silenzio meditabondo, assorto, denso di preghiera, che si trasforma in una proposta di autogestione che segnerà il lavoro dei mesi di luglio e agosto 2013. I pasti e le pulizie verranno gestiti internamente, chiedendo ai milanesi un aiuto concreto con la «schiscetta solidale», ovvero invitandoli a «unirsi a ospiti e operatori della Casa, portando ogni sera cibo per sé e da condividere almeno con un altro» (p. 10). Operatori, volontari e lo stesso don Virginio rinunciano alle vacanze per garantire la propria presenza e consentire a Casa della Carità di proseguire nella sua opera di assistenza, mentre aumentano le proposte culturali e le feste che coinvolgono ospiti e abitanti della città. Un progetto che don Virginio stesso chiama «Regaliamoci speranza!», invitando tutti quelli che gravitano intorno a Casa della Carità a interrogarsi, scovando le ragioni della speranza nel profondo di sé, perché «la crisi del nostro tempo si affronta con un sussulto di fiducia, con la capacità di buttare lo sguardo oltre l’ostacolo, con una progettualità coraggiosa». Il libro, che nasce dal diario quotidiano di questa esperienza di don Virginio, è un messaggio forte per chi oggi, di fronte alla crisi, si lascia sopraffare e per quanti, davanti alle difficoltà altrui, si trincerano dietro l’indifferenza.
No
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: