• tintori blog
Pianeta Smart
Redazione di Aggiornamenti Sociali

Nel mezzo del cammin… contro lo spreco di cibo

22/03/2016
Quando, giunti al capolinea di Expo2015, avevamo chiesto a tutti gli attori coinvolti di non scendere, l'auspicio era quello di non sperperare il patrimonio culturale che nei mesi dell’Esposizione universale si era creato. Salutiamo pertanto con favore l’approvazione all’unanimità da parte della Camera della proposta di legge “Norme per la limitazione degli sprechi, l'uso consapevole delle risorse e la sostenibilità ambientale” (testo a pag. 9), avvenuta lo scorso 17 marzo. 

Si tratta di un primo passo (ora servirà il sì del Senato) verso una legge che combatta lo spreco di cibo, in ciascuna fase: produzione, trasformazione, distribuzione e somministrazione. Siamo a metà del cammino e qualcosa ancora resta da fare, come ad esempio arricchire il testo con campagne di educazione alimentare nelle scuole, visto che il luogo dove sprechiamo di più è la famiglia. Infatti secondo l’osservatorio Waste watcher di Bologna, il 43% di cibo viene buttato via nelle nostre case, bruciando 348 euro all’anno per ciascun nucleo famigliare. 

Ma non solo. L’idea di fondo della nuova (speriamo presto) legge è che le eccedenze, come gli alimenti invenduti o scartati nella catena agroalimentare per motivi estetici o perché prossimi alla scadenza, non siano assimilate ai rifiuti ma vengano considerate cibo, che quindi può essere utilizzato a vantaggio delle persone indigenti. Di fatto si tratta di rendere più fluido, anche con benefit fiscali e agevolazioni burocratiche, tante buone pratiche già attive nelle nostre città.

Le leggi possono essere un grande aiuto, ma da sole non bastano. Recuperare il valore del cibo e sostenere la lotta agli sprechi - dal frigorifero di casa agli avanzi sul banco del supermercato - è una battaglia culturale che dobbiamo continuare a combattere. Lo dobbiamo alla nostra dignità di essere umani, a quanti oggi nel mondo non hanno ancora accesso a un cibo buono e giusto e a quanti un domani ci chiederanno che mondo abbiamo lasciato loro.


22/03/2016
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: