Scheda di: 

La riforma dell'obiezione di coscienza al servizio militare

La nuova legge sull'obiezione di coscienza al servizio militare sostituisce quella del 1972 e costituisce una svolta importante : l'obiezione è riconosciuta come diritto e quindi viene eliminato il procedimento amministrativo di ammissione al servizio civile sostitutivo; questo viene totalmente smilitarizzato e acquista a tutti gli effetti pari dignità rispetto al servizio di leva; le sanzioni penali sono riscritte in conformità con le molte sentenze della Corte costituzionale. In definitiva, i doveri della coscienza risultano armonizzati con gli obblighi derivanti dall'appartenenza a una comunità politica
Fascicolo: 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

No
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: