• Il Vangelo secondo gli italiani
Scheda di: 

Il Vangelo secondo gli italiani

Fede, potere, sesso. Quello che diciamo di credere e quello che invece crediamo
F. Anfossi–A. M. Valli
San Paolo, Milano 2013, pp. 235, € 14
Fascicolo: 
«Un pamphlet a metà tra la polemica e l’inchiesta sul campo […] perché l’osservazione degli avvenimenti oggi non può prescindere dall’uso di una lente di ingrandimento che per forza di cose restituisce un’immagine frammentata» (p. 8). Lontano da ambizioni scientifiche i due autori – entrambi giornalisti, il primo di Famiglia Cristiana, il secondo vaticanista del TG1 – vogliono interrogarsi su come è vissuta la fede cattolica oggi in Italia e su come l’appartenenza, vera o presunta, a questa fede incide sulla politica. Il quadro è complesso e difficilmente semplificabile: «C’è un cattolicesimo fai da te, il cattolicesimo patchwork (o Ikea), che assembla pezzi di dottrina, per lo più rimasticata alla buona […]. C’è un cattolicesimo di stampo carismatico proprio di alcuni movimenti ecclesiali, che si distinguono per il grado di coesione interna, ma faticano a coniugare questa appartenenza con quella, più larga, alla Chiesa intera […]. C’è un cattolicesimo del fare e un cattolicesimo dell’apparire […] uno del dialogo e uno della chiusura» (p. 7). Anche i linguaggi non sono assimilabili, perchè si usano le stesse parole ma con significati diversi: “diciamo per esempio famiglia ma non ne abbiamo la stessa idea. Diciamo vita ma non procediamo con le stesse categorie. Diciamo legalità ma non ne abbiamo la stessa visione” (ivi). Il volume si conclude con un capitolo dedicato al compianto Carlo Maria Martini, nell’auspicio che «un modo diverso di essere Chiesa vada oggi trovato, nel momento in cui rigurgiti di clericalismo e di legalismo oscurano non solo e non tanto l’eredità conciliare, ma il senso stesso di essere Chiesa, la capacità di esercitare l’insegnamento attraverso la misericordia, l’essere magistra in quanto mater amorevole». Un invito quanto mai attuale.
No
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: