• Maurizio Ambrosini
Multitalia
Università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti

Il triste autunno dell'Europa

21/09/2016
E’ in corso di svolgimento all’ONU un vertice mondiale sui temi delle migrazioni e dell’asilo. E’ la prima volta che accade, e le fonti istituzionali sottolineano questa novità. Ma le organizzazioni che tutelano i diritti umani hanno già espresso pungenti critiche: “molto rumore per nulla”. Il documento circolato in anteprima annuncia che i paesi più sviluppati si offrono di accogliere il 10% dei rifugiati del mondo. Sembra davvero poco. Per il resto, impegni generici, buoni propositi, reiterazione dei principi già fissati dalle convenzioni internazionali. Forse però c’era bisogno di ribadire in modo solenne un’adesione a valori che non sembrano più acquisiti una volta per sempre.

In effetti la settimana scorsa al vertice europeo di Bratislava quattro paesi dell’Europa Orientale hanno presentato un documento in cui formulano il concetto di “solidarietà flessibile”, con riferimento proprio all’accoglienza dei rifugiati. In sostanza, si vorrebbe che ogni governo nazionale fosse lasciato libero di decidere se e quanto accogliere. In queste condizioni, lo sforzo comune europeo e segnatamente la redistribuzione dei richiedenti asilo segnano il passo, come ha rimarcato il premier Renzi. L’Europa è inflessibile sugli aiuti di Stato alle banche in difficoltà o sul rispetto delle quote latte, ma non riesce a dotarsi di regole condivise sulla tutela dei diritti umani.

La nuova sconfitta elettorale rimediata dalla cancelliera Merkel a Berlino sembra chiudere il cerchio: la leader che pur tra oscillazioni e reticenze si è più spesa per aprire le porte dell’accoglienza vede vacillare il proprio posto, che sembrava al riparo da ogni insidia, perché considerata troppo generosa verso i siriani in fuga dalla guerra. Avanzano i nazionalismi, crescono i muri, la solidarietà ha il fiato corto. Comincia un triste autunno per l’Europa

21/09/2016
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: