Il Papa in America Latina, i movimenti popolari e un incontro chiave

07/07/2015
A meno di un anno dal primo incontro a Roma (nella foto), i «movimenti popolari» e Papa Francesco tornano a incrociare le loro strade il 9 luglio a Santa Cruz de la Sierra, in occasione della visita del pontefice in Bolivia.

L'occasione è data dal secondo Incontro mondiale del movimenti popolari (IMMP), che inizia oggi e termina proprio il 9 luglio: oltre 1.500 delegati provenienti da diversi movimenti popolari latinoamericani e di altre parti del mondo, insieme a un significativo numero di vescovi e agenti pastorali - con l'attiva collaborazione del Pontificio Consiglio di Giustizia e Pace - parteciperanno a tre giornate di riunioni, analisi, dibattiti. 

Gli argomenti principali - come nell'edizione passata - continuano ad essere terra, casa e lavoro, con uno sguardo più ampio su quello che succede alla Madre Terra e sui diversi conflitti che minacciano la pace e la sovranità popolare nel mondo.

Secondo quanto si legge sul sito dell'IMMP, durante l'incontro con il pontefice argentino, i movimenti popolari consegneranno a Papa Francesco un documento con i risultati del lavoro svolto durante la tre giorni e le misure più urgenti da prendere, in modo che lo stesso Francesco possa tenerle presenti durante i suoi prossimi discorsi di fonte all'Assemblea delle Nazioni Unite di New York e le partecipazioni nei contesti internazionali.

Nel numero di gennaio 2015 Aggiornamenti Sociali ha pubblicato una sintesi del primo IMMP, tenutosi a Roma dal 27 al 29 ottobre, con la presenza dei rappresentanti di più di cento movimenti e organizzazioni, oltre a una trentina di vescovi ed ecclesiastici. Nelle parole dei due autori, Michael Czerny SJ e Paolo Foglizzo, quell'Incontro assume «un significato del tutto particolare, programmatico del pontificato di papa Francesco e soprattutto del modo in cui invita la Chiesa a compiere la propria missione nel mondo». 
7 luglio 2015
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: