A vent'anni dalla morte di padre Mario Castelli

08/05/2017
Ricorrono il 10 maggio i vent'anni della morte di padre Mario Castelli SJ, storica firma di Aggiornamenti Sociali, gesuita che ha lasciato un segno profondo nella riflessione sull'impegno sociale e politico dei cristiani. 

Nato nel 1919 a Venezia, Mario Castelli divenne gesuita nel 1941 e, dopo il periodo della formazione e alcuni anni in Francia e Germania in cui entrò in contatto con l'esperienza dei preti operai, nel 1953 entrò nella redazione di Aggiornamenti Sociali, fondata solo tre anni prima. Alla fine del 1957 padre Castelli venne nominato direttore, incarico che mantenne fino al settembre del 1967, quando il Padre Generale della Compagnia, Pedro Arrupe, lo nominò Superiore della Provincia Veneto-Milanese (una delle "macroregioni" in cui erano allora divisi i gesuiti in Italia). Guadagnatosi la fiducia del Generale spagnolo, a padre Mario venne affidato, tra il 1970 e il 1975, il delicato compito di coordinare il processo di unificazione dei gesuiti italiani in un'unica Provincia.

Dopo un periodo a Parma per attività di carattere pastorale, il gesuita si trasferì a Roma, anche per curare in modo più efficace il morbo di Parkinson che gli aveva progressivamente tolta l’autonomia dei movimenti ma non la lucidità e l’opportunità per continuare ad approfondire i grandi temi della Parola evangelica e della storia sociale che lo avevano da sempre interessato. Morì il 10 maggio 1997. 

Un articolo uscito sulla nostra rivista a un anno dalla morte, a firma di Paolo Tufari, descrive alcune linee di fondo che caratterizzavano l'analisi e la visione del gesuita. Qui il link. 

Di seguito una selezione di alcuni tra i circa 80 articoli pubblicati da padre Castelli su Aggiornamenti Sociali:

(nella foto, una veduta panoramica della Milano degli anni Sessanta: al centro, la chiesa di San Fedele)
8 maggio 2017
No
01
02
03
04
05
06-07
08-09
10
11
12

CERCA NELL'ARCHIVIO

ARCHIVIO ANNATE

CERCA NEL SITO

Aggiornamenti sociali è su: